Bloody Mary gazpacho

Categoria: Bevande

Ingredienti per 4 bicchieri

  • Pomodorini datterini 500 g
  • Peperoni rossi 120 g (già pulito)
  • Vodka 120 g
  • Succo di limone 2
  • Olio extravergine d’oliva 70 g
  • Tabasco 1 cucchiaino
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Per decorare

  • Pomodorini datterini 2
  • Pomodorini gialli 2
  • Sedano 4 ciuffi
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

Bloody Mary gazpacho, passo 1

Per preparare il Bloody Mary gazpacho cominciate lavando e asciugando pomodorini e peperoni. Poi dividete a metà i pomodori (1) e i peperoni puliti e tagliateli a cubetti (2). Uniteli in una ciotola (3)

Bloody Mary gazpacho, passo 2

e conditeli con il succo di limone (4), l’olio (5), sale, pepe e tabasco (6)

Bloody Mary gazpacho, passo 3

e mescolate bene (7). Coprite con un foglio di pellicola trasparente e lasciate macerare in frigorifero per un’oretta (8). Trascorso il tempo frullate il tutto con un mixer ad immersione (9).

Bloody Mary gazpacho, passo 4

Ottenete una purea granulosa che potrete poi filtrare attraverso un colino messo in una ciotola (10). Trasferite la crema liscia nei bicchieri riempiti per 2/3 con il ghiaccio (11). Poi aggiungete 30 g di vodka per bicchiere, mescolate bene (12).

Bloody Mary gazpacho, passo 5

Passate alla decorazione. Tagliate a metà i pomodorini rossi e gialli e unite la metà di uno e di un altro infilzandole con uno spiedino facendole combaciare come fosse un pomodorino bicolore (13). Decorate quindi il vostro Bloody Mary gazpacho prima con il ciuffo di sedano (14) e poi con lo spiedino di pomodorini, ancora una grattata di pepe e poi bevete subito (15)!

Conservazione

Aumentate o riducete la quantità di vodka presente nel Bloody Mary gazpacho a seconda dei vostri gusti. Nella versione originale, il Bloody Mary, viene preparato al 50% con succo di pomodoro e 50% con vodka.
Per una versione analcolica potrete preparare il Virgin gazpacho senza vodka o addirittura sostituendola con poca acqua tonica.

Consiglio

Se per motivi di tempo volete allungare i tempi di macerazione potrete prolungarli fino a 8-12 ore mentre il gazpacho pronto, chiaramente non assemblato con ghiaccio e decorazione, si conserva fino a 24 ore.
Si sconsiglia la congelazione.

Crostata alle prugne meringata

Categoria: Dolci

Ingredienti per la frolla (per uno stampo da 22 cm)

  • Farina 00 200 g
  • Farina integrale 50 g
  • Burro 125 g freddo
  • Zucchero 80 g
  • Uova 55 g
  • Baccello di vaniglia 0.5

per il ripieno

  • Prugne 200 g gialle
  • Panna fresca liquida 100 g
  • Latte intero 50 g
  • Uova 110 g a temperatura ambiente
  • Zucchero di canna 40 g
  • Baccello di vaniglia 0.5

per la meringa

  • Albumi 75 g
  • Zucchero 150 g
  • Acqua 40 g

Preparazione

Crostata alle prugne meringata, passo 1

Per preparare la crostata alle prugne meringata come prima cosa realizzate la frolla. Versate nella ciotola di una planetaria il burro a cubetti, lo zucchero (1) e il sale (2). Lavorate il tutto con la foglia (3), 

Crostata alle prugne meringata, passo 2

unite poi l’uovo (4), e i semi di mezza bacca di vaniglia (5). Lavorate ancora fino a che non sarà ben assorbito (6). 

Crostata alle prugne meringata, passo 3

Unite poi la farina integrale (6) e quella 00 (8). Accendete di nuovo la macchina e lavorate il composto fino a che non risulterà omogeneo (9). 

Crostata alle prugne meringata, passo 4

Trasferitelo poi su un piano di lavoro, compattatelo (10) e avvolgetelo nella pellicola per alimenti (11). Lasciate riposare in frigorifero per circa un’ora. Trascorso questo tempo lavate le prugne e tagliatele a metà (12). 

Crostata alle prugne meringata, passo 5

Poi scartando il nocciolo ricavate degli spicchi (13-14). Tenete da parte le prugne e versate latte e panna in un contenitore dai bordi alti (15). 

Crostata alle prugne meringata, passo 6

Unite lo zucchero di canna (16), le uova (17) e i semi del mezzo baccello di vaniglia (18). 

Crostata alle prugne meringata, passo 7

Aggiungete un pizzico di sale (19) e frullate il tutto con un minipimer per un paio di minuti (20), fino a che non avrete ottenuto un composto omogeneo (21). 

Crostata alle prugne meringata, passo 8

A questo punto riprendete la frolla (22) e stendetela fino ad ottenere uno spessore di mezzo cm (23). Poi trasferitela all’interno di uno stampo a cerniera da 22 cm e pressando delicatamente fate in modo che aderisca su tutto il bordo (24). 

Crostata alle prugne meringata, passo 9

Poi utilizzando un coltellino eliminate l’eccesso di pasta in modo da ottenere un bordo da circa 3 cm (25). Posizionate poi gli spicchi di prugna sulla base a raggiera (26) e versate sopra il composto di latte, uova e panna (27). 

Crostata alle prugne meringata, passo 10

A questo punto (28) cuocete in forno statico a 180° per circa 60 minuti nel ripiano centrale. Sfornate e lasciate raffreddare (29). Quando sarà fredda potrete preparare la meringa italiana. Versate in un pentolino acqua e zucchero in un pentolino (30). 

Crostata alle prugne meringata, passo 11

Scaldate lo sciroppo fino a raggiungere i 121° (31). Quando sarà quasi arrivato a temperatura (114°), versate gli albumi nella planetaria pulita (32) e montateli con la frusta a velocità media. Quando poi lo sciroppo avrà raggiunto la temperatura versatelo a filo sugli albumi montati (33) 

Crostata alle prugne meringata, passo 12

e continuate a montare il tutto sino a che la meringa non si sarà raffreddata (24-25). A questo punto sformate la torta (36) 

Crostata alle prugne meringata, passo 13

e posizionate sopra la meringa utilizzando un cucchiaio (37). Poi con il dorso spatolatela in modo da ricavare il classico effetto meringato (38). Trasferite su un piatto da portata e servite la crostata (39).  

Conservazione

La crostata alle prugne meringate si conserva per 2 giorni in frigorifero.

Si può congelare la frolla.

Il resto della preparazione si consiglia di farlo al momento.

Conservazione

Una volta ricoperta la torta con la meringa potete passarla in forno in modalità grill per pochissimi minuti fino a che i ciuffetti non saranno ben dorati. In alternativa al forno è possibile utilizzare un cannello. 

Grasshopper Pie

A light and minty dessert that is perfect for Easter, Thanksgiving, Christmas or any special occasion. The minty flavor with the crushed Oreos is a perfect combination. This pie is sure to be a hit with all your family and friends.

Crostata morbida con crema

Categoria: Dolci

Ingredienti per uno stampo da 22 cm

  • Burro 250 g freddo
  • Farina 00 300 g
  • Zucchero di canna 180 g
  • Farina di mandorle 125 g
  • Uova 100 g circa 2
  • Lievito in polvere per dolci 1.5 g
  • Sale fino 0.5 cucchiaini
  • Scorza di limone 0.5

per la crema

  • Latte intero 500 g
  • Zucchero di canna 100 g
  • Tuorli 45 g
  • Amido di mais (maizena) 50 g
  • Burro 25 g
  • Rum bianco 40 g

per decorare

  • Zucchero di canna q.b.
  • Mandorle in scaglie q.b.

Preparazione

Crostata morbida con crema, passo 1

Per preparare la crostata morbida con crema iniziate proprio da quest’ultima, perchè vi servirà fredda. Scaldate il latte in un pentolino (1). Nel frattempo in un altro pentolino versate i tuorli e lo zucchero di canna (2), mescolate poi rapidamente con una spatola fino ad uniformare il composto (3). 

Crostata morbida con crema, passo 2

Unite poi anche la maizena (4) e lavorate il tutto prima con la spatola e poi con una frusta (5). Quando il latte sarà caldo versatelo all’interno del composto di tuorli, zucchero e maizena poco per volta, mescolando continuamente con la frusta (6). 

Crostata morbida con crema, passo 3

Quando avrete ottenuto un composto uniforme riportate il tutto sul fuoco e mescolate fino a che non avrà raggiunto il bollore e la crema si sarà addensata (7). Fuori dal fuoco unite poi il burro (8) e il rum (9). 

Crostata morbida con crema, passo 4

Mescolate il tutto e trasferite in una ciotola. Coprite con la pellicola per alimenti a contatto (10) e lasciate raffreddare prima a temperatura ambiente, poi in frigorifero per 1 ora. Quando la crema sarà fredda potrete iniziare a realizzare la frolla. Versate in una planetaria dotata di foglia il burro freddo a cubetti e lo zucchero di canna (11). Aggiungete la scorza del limone grattugiata (12) 

Crostata morbida con crema, passo 5

e il sale (13). Lavorate il tutto con la foglia e quando avrete ottenuto una crema morbida aggiungete anche le uova, una alla volta (14). Quando queste saranno ben assorbite potrete aggiungere la farina di mandorle (15), 

Crostata morbida con crema, passo 6

la farina 00 (16) e il lievito (17). Lavorate nuovamente per ottenere un composto morbido ed omogeneo (18). 

Crostata morbida con crema, passo 7

Trasferitelo in una sac-à-poche senza bocchetta (19) e utilizzatelo per realizzare dei cerchi concentrici alla base di uno stampo a cerniera da 22 cm (20-21). 

Crostata morbida con crema, passo 8

Quando avrete ricoperto l’intera base, sempre utilizzando il sac à poche e formate anche il bordo, alzandolo di circa 3 cm (22). Trasferite poi la crema al rum in un altro sac-à-poche, sempre senza bocchetta (23) e utilizzatela per riempire il guscio di frolla morbida (24). 

Crostata morbida con crema, passo 9

Con la frolla rimasta, sempre realizzando dei cerchi concentrici, ricoprite tutta la superficie (25-26) in modo da nascondere la crema. Spolverizzate con poco zucchero di canna (27) 

Crostata morbida con crema, passo 10

e guarnite con le mandorle a lamelle (28). Cuocete in forno statico preriscaldato a 180°, nel ripiano centrale per circa 50 minuti fino a che non sarà ben dorata. Poi sfornatela (29) e lasciate raffreddare completamente prima di sformare e servire la vostra crostata morbida con crema (30). 

Conservazione

La crostata morbida con crema si può conservare in frigo per 3 giorni al massimo. Potete eventualmente congelare solo la frolla cruda.

Consiglio

È possibile aromatizzare la crema con altri alcolici o distillati.
Per una versione analcolica aggiungete la stessa dose di succo d’arancia o di limone.