Gazpacho all’anguria

Categoria: Antipasti

Ingredienti per 4 persone

  • Cocomero (anguria) 1.2 kg
  • Pomodori ramati 300 g
  • Peperoni rossi 100 g
  • Cipolle bianche 120 g
  • Aceto di vino rosso 15 g
  • Olio extravergine d’oliva 25 g
  • Farina di mandorle 60 g
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Per guarnire

  • Caprino 150 g
  • Panna fresca liquida 25 g
  • Mandorle in scaglie 25 g
  • Fiori eduli q.b.
  • Menta q.b.

Preparazione

Gazpacho all’anguria, passo 1

Per preparare il gazpacho all’anguria cominciate dalla pulizia del frutto. Dopo aver tolto la scorza (1), tagliate la polpa a pezzi (ve ne serviranno 450 g) (2) e mettete in una ciotola. Passate ai pomodori: staccateli dal rametto, sciacquateli, asciugateli e tagliateli a pezzi eliminando il picciolo (3).

Gazpacho all’anguria, passo 2

Poi pulite il peperone (4) e tagliate anche questo a pezzi grossi (5). Mondate la cipolla, sminuzzando grossolanamente anche questa (6).

Gazpacho all’anguria, passo 3

Spostate tutto nel frullatore: anguria, pomodoro (7), peperoni (8) e la cipolla (9).

Gazpacho all’anguria, passo 4

Azionate le lame e ottenete una purea. Trasferite in un recipiente con dentro un colino (10) e setacciate scartando i residui di bucce e semi (11). Insaporite con aceto di vino rosso (12),

Gazpacho all’anguria, passo 5

olio (13), sale, pepe e farina di mandorle (14). Mescolate il tutto con una frusta e mettete in frigorifero per un’oretta (15).

Gazpacho all’anguria, passo 6

Tostate le mandorle in una padellina per qualche minuto e tenete da parte (16). Infine preparate una crema al formaggio mescolando la panna (17) con il caprino, amalgamate bene e trasferite in una sac-à-poche (18).

Gazpacho all’anguria, passo 7

Versate il composto in un piatto fondo (19) e guarnite con qualche ciuffo di caprino (20), le lamelle di mandorle (21)

Gazpacho all’anguria, passo 8

e qualche fiore edule (22). Infine una fogliolina di menta (23) ed ecco pronto il vostro gazpacho all’anguria, non vi resta che servirlo freddo (24)!

Conservazione

Una volta pronto il gazpacho all’anguria si consiglia di consumarlo subito.
Si sconsiglia qualunque forma di conservazione.

Consiglio

Per dare un gusto più deciso al vostro gazpacho all’anguria potrete sostituire la farina di mandorle con quella di nocciole, il colore però ne risentirà.
Se invece volete dare una nota di piccante al piatto aggiungete qualche goccia di tabasco!

Bloody Mary gazpacho

Categoria: Bevande

Ingredienti per 4 bicchieri

  • Pomodorini datterini 500 g
  • Peperoni rossi 120 g (già pulito)
  • Vodka 120 g
  • Succo di limone 2
  • Olio extravergine d’oliva 70 g
  • Tabasco 1 cucchiaino
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Per decorare

  • Pomodorini datterini 2
  • Pomodorini gialli 2
  • Sedano 4 ciuffi
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

Bloody Mary gazpacho, passo 1

Per preparare il Bloody Mary gazpacho cominciate lavando e asciugando pomodorini e peperoni. Poi dividete a metà i pomodori (1) e i peperoni puliti e tagliateli a cubetti (2). Uniteli in una ciotola (3)

Bloody Mary gazpacho, passo 2

e conditeli con il succo di limone (4), l’olio (5), sale, pepe e tabasco (6)

Bloody Mary gazpacho, passo 3

e mescolate bene (7). Coprite con un foglio di pellicola trasparente e lasciate macerare in frigorifero per un’oretta (8). Trascorso il tempo frullate il tutto con un mixer ad immersione (9).

Bloody Mary gazpacho, passo 4

Ottenete una purea granulosa che potrete poi filtrare attraverso un colino messo in una ciotola (10). Trasferite la crema liscia nei bicchieri riempiti per 2/3 con il ghiaccio (11). Poi aggiungete 30 g di vodka per bicchiere, mescolate bene (12).

Bloody Mary gazpacho, passo 5

Passate alla decorazione. Tagliate a metà i pomodorini rossi e gialli e unite la metà di uno e di un altro infilzandole con uno spiedino facendole combaciare come fosse un pomodorino bicolore (13). Decorate quindi il vostro Bloody Mary gazpacho prima con il ciuffo di sedano (14) e poi con lo spiedino di pomodorini, ancora una grattata di pepe e poi bevete subito (15)!

Conservazione

Aumentate o riducete la quantità di vodka presente nel Bloody Mary gazpacho a seconda dei vostri gusti. Nella versione originale, il Bloody Mary, viene preparato al 50% con succo di pomodoro e 50% con vodka.
Per una versione analcolica potrete preparare il Virgin gazpacho senza vodka o addirittura sostituendola con poca acqua tonica.

Consiglio

Se per motivi di tempo volete allungare i tempi di macerazione potrete prolungarli fino a 8-12 ore mentre il gazpacho pronto, chiaramente non assemblato con ghiaccio e decorazione, si conserva fino a 24 ore.
Si sconsiglia la congelazione.

Pasta fredda con ricotta e pomodorini

Categoria: Primi piatti

Ingredienti

  • Casarecce 320 g
  • Caciocavallo 200 g stagionato
  • Pomodori pizzutelli 450 g
  • Olive taggiasche 50 g denocciolate
  • Basilico 15 g
  • Ricotta di bufala 200 g
  • Olio extravergine d’oliva 30 g
  • Parmigiano reggiano 2 cucchiai
  • Pomodori sardi (camone) 220 g
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

Pasta fredda con ricotta e pomodorini, passo 1

Per preparare la pasta fredda con ricotta e pomodorini come prima cosa mettete sul fuoco una pentola colma d’acqua, che servirà per la cottura della pasta. Passate poi al condimento: versate in un mixer i pomodorini lavati, la ricotta (1), il basilico, l’olio (2) e il parmigiano (3). 

Pasta fredda con ricotta e pomodorini, passo 2

Regolate di sale (4), pepate e frullate il tutto, fino ad ottenere una crema (5). Versate poi il vostro condimento all’interno di una ciotola capiente dove aggiungerete poi anche la pasta (6). 

Pasta fredda con ricotta e pomodorini, passo 3

Prendete poi il caciocavallo, eliminate la buccia esterna (7) e tagliatelo a cubetti piccoli (8). Prendete poi anche i pomodori sardi, lavateli, eliminate il picciolo e tagliate anche questi a cubetti (9). 

Pasta fredda con ricotta e pomodorini, passo 4

Cuocete poi la pasta (10) e scolatela al dente. Passatela sotto un getto d’acqua per bloccare la cottura (11) e trasferitela all’interno del condimento di pomodori e ricotta (12). 

Pasta fredda con ricotta e pomodorini, passo 5

Aggiungete poi pomodorini (13), caciocavallo (14) e olive taggiasche (15). 

Pasta fredda con ricotta e pomodorini, passo 6

Poi mescolate il tutto (16-17). La pasta fredda con pomodorini e ricotta è pronta (18), potete servirla subito o riporla in frigorifero per gustarla fredda.

Conservazione

La pasta fredda con ricotta e pomodorini si può conservare in frigorifero per 1 giorno. 

Consiglio

Aggiungete mandorle o pinoli, pecorino o pomodori secchi al vostro pesto per un gusto più intenso!